8 consigli per ottimizzare il processo produttivo di alimenti e bevande

Indipendentemente dal tuo tipo di business, ci sono diversi modi per migliorare il tuo processo di produzione di alimenti e bevande. Conoscere i modi per semplificare la produzione ridurrà i tuoi costi e aumenterà i tuoi profitti. Tuttavia, poiché alcuni metodi potrebbero richiedere un investimento di tempo e denaro in attrezzature e formazione del personale, è necessario determinare se tali aggiornamenti ti assicureranno il tuo ritorno dell'investimento (ROI) necessario. Approfondiamo insieme alcuni metodi collaudati per migliorare il processo di produzione di bevande o alimenti.

 

  1. Scegliere il compressore d'aria adatto;
  2. Conoscere il mercato e le sue esigenze;
  3. Usare le previsioni di andamento del mercato per ottimizzare il tuo processo di produzione alimentare;
  4. Integrare il software gestionale;
  5. Migliora la gestione dell'inventario;
  6. Aggiornare ed eseguire una manutenzione delle attrezzature regolarmente;
  7. Implementare un sistema di gestione della catena di approvvigionamento;
  8. Considerare l'automazione.


1. Scegliere il compressore d'aria adatto

I compressori d'aria offrono molteplici vantaggi nel settore della produzione di alimenti e bevande. Possono facilitare i processi produttivi, ad esempio il taglio o l’erogazione degli alimenti e l’immissione di liquidi nel packaging di prodotto. Per scegliere quello adatto alle tue esigenze è necessario tener conto di come utilizzi i tuoi macchinari per la produzione e del fatto che il flusso di aria verrà sicuramente in contatto con i tuoi prodotti.

Ad esempio, se l'aria compressa viene a contatto con gli alimenti, non è possibile utilizzare un compressore lubrificato con olio a causa del potenziale di contaminazione. Tuttavia, è possibile utilizzare compressori d'aria oil-free.

Vuoi ulteriori informazioni sui compressori d'aria nel settore alimentare e delle bevande?

Poiché i compressori senza olio sono una parte vitale della crescente produzione dell’industria alimentare e delle bevande, gli analisti del mercato prevedono che l’acquisto di queste apparecchiature registrerà una rapida crescita tra il 2019 e il 2024. Oltre a prevenire la contaminazione dell'olio, questi compressori d'aria sono la scelta migliore per l'ambiente e hanno dimensioni inferiori rispetto a quelli ad olio. Questi benefici aumentano la loro appetibilità per l'industria alimentare.

Per aumentare l'efficienza del compressore senza olio, è consigliato farlo aspirare aria da una stanza refrigerata; ciò può migliorare la sua efficienza dell'8%. Nel compressore l'aria è già filtrata e rimane al di sotto del punto di rugiada, l'umidità in eccesso viene trattenuta in modo da non venire in contatto con i prodotti.

Monitora la pressione su entrambi i lati di qualsiasi filtro utilizzato nei compressori d'aria. Quando la pressione scende in modo significativo, è il segnale che indica la necessità di sostituzione della cartuccia filtrante.

I compressori oil-free da utilizzare per il trattamento dei tuoi prodotti sono fondamentali, perché un dispositivo lubrificato ad olio con un riporto di 2 ppm inietterebbe nel sistema di aria compressa quattro litri di olio in un anno. Questo olio potrebbe depositarsi su attrezzature o alimenti, con conseguenti contaminazioni che ostacolano la produttività.

Nel caso in cui la tua azienda sia già in possesso di compressori ad olio, sarà necessario bilanciare i costi derivati dai compressori d'aria che si utilizzano. Una soluzione possibile è quella di allontanare dalla linea di produzione i modelli che funzionano ad olio. Quando si utilizzano compressori d'aria lubrificati ad olio, è possibile implementare diversi mezzi per impedire all'olio di contaminare le superfici. Ad esempio, l'aggiunta di un filtro o di uno strumento per la raccolta dell'umidità, impedirà a questi contaminanti di fuoriuscire dall’impianto di aria compressa e di depositarsi sui prodotti.

Troverai una miriade di usi per i compressori senza olio e lubrificati con olio nella tua struttura. Con le attrezzature sufficienti per soddisfare le tue esigenze di produzione, potrai semplificare e ottimizzare il processo di produzione delle bevande o la produzione di alimenti.

Come è possibile utilizzare i compressori d'aria rotativi a vite nella lavorazione degli alimenti?

Il tipo di compressore d'aria più comunemente usato nell'industria alimentare e delle bevande è la vite rotativa. Questi modelli si adattano in spazi ristretti, forniscono un volume d'aria significativo rispetto alle loro dimensioni e hanno bassi costi di manutenzione.

Se si esegue un'operazione su larga scala, è possibile beneficiare dei compressori d'aria alternativi come mezzo per migliorare il processo di produzione delle bevande. Questi compressori sono più grandi e funzionano meglio per un uso continuo e un funzionamento intenso.

Se si sceglie di avere un compressore d'aria lubrificato a olio nella propria struttura, assicurarsi che non sia troppo vicino alle attrezzature di produzione e che neanche l’aria prodotta ne venga a contatto. L'olio del compressore in qualsiasi punto della linea di produzione può provocare la contaminazione dei prodotti alimentari. Nelle linee produttive e attività che sono a stretto contatto di cibi e bevande è consigliato utilizzare un compressore oil-free, pensato appositamente per tale uso. 

Le applicazioni nell'industria alimentare che possono utilizzare compressori d'aria lubrificati ad olio includono:

  • Casse da imballaggio
  • Macchine avvolgitrici.
  • Inscatolamento

Invece le applicazioni che richiedono compressori senza olio in cui l'aria entra a diretto contatto con alimenti e bevande sono le seguenti:

  • La pelatura e il taglio con coltelli ad aria compressa;
  • Pompaggio di fluidi nei prodotti;
  • Mescolamento di ingredienti;
  • Aggiunta di quantità negli alimenti;
  • Pulizia dei contenitori prima dell'uso;
  • Pulizia di rifiuti alimentari in eccesso dai macchinari;

Questi usi dei compressori d'aria senza olio aiutano a ridurre i costi, ridurre gli sprechi e consentire all’impianto di funzionare in modo più efficiente accelerando una varietà di processi. Quando si sceglie un compressore d'aria per la propria struttura, bisogna scegliere un modello affidabile che non contaminerà le bevande o gli alimenti.

Quando si tratta di sicurezza alimentare nella propria struttura, è necessario rispettare le linee guida ISO 22000: 2018. Queste regole indicano cosa deve fare la tua azienda per garantire la sicurezza di tutti i cibi o bevande prodotti. In queste misure sono incluse le informazioni sulla prevenzione della contaminazione da compressori d'aria e altre fonti. L'uso di aria compressa priva di olio ti aiuta a rispettare queste normative evitando la contaminazione dei prodotti nella tua struttura.

L'integrazione dell'aria compressa nelle operazioni è uno dei molteplici modi per ottimizzare la produzione di alimenti e bevande. Per assicurarti di ottenere prestazioni affidabili dal tuo compressore d'aria, affidati a Ceccato Aria Compressa che saprà fornirti l'attrezzatura e il servizio di assistenza di cui hai bisogno.

2. Conoscere il mercato e le sue esigenze

Prima di iniziare a produrre, è utile conoscere cosa vogliono e di cosa necessitano i consumatori.

Ovviamente, non ti porterà profitto un prodotto che la gente rifiuta di acquistare. Bisogna tenere traccia dei trend del mercato e delle sue esigenze per garantire un’offerta di prodotti e servizi che si adattino ai desideri dei tuoi clienti target.

Un’analisi approfondita delle vendite delle tue gamme prodotto metterà in evidenza i basso vendenti, che potresti eliminare dalla tua offerta.

 Le indagini di mercato e la comprensione dei trend della domanda di beni e servizi ha portato alcuni produttori che hanno sfruttato tali analisi a scegliere un approccio produttivo guidato dalla domanda del mercato. Queste strutture si sono organizzate in modo tale da riuscire a produrre e spedire i prodotti nel breve tempo possibile, solo in seguito al generarsi della domanda da parte dei consumatori.

Questa forma di programmazione della produzione su ordinazione è un’opzione efficace se si dispone di un sistema di comunicazione e raccolta feedback lungo l’intera catena di approvvigionamento, in modo tale da risultare in grado di adattarsi alle mutevoli esigenze di produzione.

Se questo metodo di produzione è difficilmente implementabile in azienda, un’alternativa è la programmazione in base a una previsione realistica dei prodotti che diventerà i più richiesti nelle settimane e mesi successivi.

3. Usare le previsioni di andamento del mercato per ottimizzare il tuo processo di produzione alimentare

Produzione alimentare

È possibile utilizzare alcuni software che tengono traccia delle vendite, per poter identificare i prodotti più popolari e individuare le tendenze.

I consumatori preferiscono determinati aromi in periodi specifici dell'anno? Queste tendenze rendono più semplice la previsione delle esigenze future dei prodotti. Se ti accorgi che i consumatori preferiscono determinati gusti in determinati periodi dell'anno, puoi cambiare la tua gamma di prodotti per riflettere questo trend e far diventare il tuo business più redditizio. Ad esempio, i consumatori possono preferire cibi più freschi in estate come le insalate, mentre in inverno cibi più pesanti da digerire, come gli stufati.

Il tuo software gestionale per la pianificazione delle risorse aziendali (ERP), ti offre gli strumenti di monitoraggio necessari per determinare le previsioni stagionali per la tua attività produttiva e molto altro. Anche se lanci un nuovo prodotto sul mercato, che non ha dati passati su cui generare delle previsioni, il gestionale può utilizzare le informazioni di vendita di alimenti o bevande simili per un’elaborazione.

Quando sai quali saranno gli alimenti richiesti prima che arrivi la stagione, puoi preparare per tempo il tuo impianto e le linee produttive per la produzione di quel prodotto, se necessario. La previsione delle richieste del mercato è solo un altro metodo per semplificare il processo di produzione alimentare producendo i prodotti desiderati dai clienti, quando li desiderano.

4. Integrare il software gestionale

software gestionale di pianificazione

Tra i modi per ottimizzare i processi di produzione di bevande o alimenti che ottengono i vantaggi più significativi per la struttura, vi è il software gestionale, che è possibile utilizzare per le previsioni e la pianificazione dei dipendenti.

La programmazione del software rende più semplice ottenere che lavoratori adeguatamente formati lavorino nella linea produttiva di cui hanno esperienza. Questa capacità di pianificare correttamente le operazioni dei lavoratori renderà la tua struttura ancora più efficiente. Con il software di pianificazione, non devi preoccuparti che i dipendenti commettano errori a causa della mancanza di informazioni.

Puoi anche rintracciare la programmazione della produzione per vedere chi era operativo durante la produzione di lotti specifici. Questa funzione del software gestionale consente di vedere come si sono verificati errori che hanno portato ai richiami sul prodotto da parte del cliente. Puoi anche dimostrare di aver programmato lavoratori qualificati durante l'evento. Le informazioni di pianificazione del software gestionale facilitano l’attività di mantenimento di conformità alle normative e rendono i problemi di tracciamento più rapidi e semplici.

Con questo software, puoi anche identificare eventuali lacune nel numero e nel tipo di lavoratori qualificati che hai. È possibile pianificare la formazione del personale esistente per aumentare il numero di lavori che possono svolgere o per valutare la necessità di un aumento degli operai.

Questo software può anche aiutare con la pianificazione della pulizia della macchina e delle modifiche dei lotti. Se uno qualsiasi dei tuoi prodotti è privo di allergeni, dovrai pulire a fondo l'attrezzatura prima di fabbricarlo. Il software gestionale può aiutarti a determinare quanto tempo sarà necessario per la pulizia e la manutenzione dei macchinari, in modo da poter pianificare al meglio il passaggio alla produzione di nuovi prodotti.

Massimizzando l'efficienza della forza lavoro e delle attrezzature, andiamo a scoprire un altro metodo per semplificare il processo di produzione delle bevande o la produzione di alimenti.

5. Migliora la gestione dell'inventario

Così come è utile la gestione del tuo personale, altrettanto lo è una corretta gestione del tuo inventario. Il software di inventario può aiutarti a gestire le materie prime che hai nella tua struttura. È possibile riordinare dai fornitori secondo necessità o pianificare ordini regolari in base ai livelli di produzione. Regolando il processo degli ordini, non devi mai acquistare più del necessario.

Il controllo dell'inventario diventa particolarmente critico se si utilizzano prodotti freschi con scadenze strette. Ad esempio, carne cruda e latte fresco necessitano di un riordino regolare perché non si conservano per lunghi periodi. Quando ordini in quantità elevata di questi ingredienti rispetto a quello che realmente ti serve per la produzione, finirai per buttarli via.

Quando si utilizza il gestionale per tenere traccia o prevedere le richieste dei consumatori, è possibile utilizzare il software per comunicare eventuali modifiche imminenti ai responsabili dell'ordine dei materiali di consumo.

Inoltre, le modifiche al materiale pubblicitario o alle vendite incorporate nella previsione del gestionale possono influire sulle esigenze di fornitura. Innanzitutto, osserva come tali modifiche potrebbero influire sulle previsioni, quindi una volta implementate tali modifiche nei tuoi metodi di marketing, puoi anche adattare gli importi degli ordini di fornitura in modo da riflettere le modifiche previste nelle tue vendite.

6. Aggiornare ed eseguire una manutenzione delle attrezzature regolarmente

Manutenzione

Guasti imprevisti possono ritardare le operazioni. Non lasciare che questi problemi affliggano la tua attività. Uno dei modi più semplici per migliorare il processo di produzione degli alimenti è condurre ispezioni e manutenzioni regolari di tutte le apparecchiature meccaniche.

Nessun equipaggiamento funziona con la massima efficienza per sempre. Tutti i macchinari avranno tempi di fermo integrati nella sua progettazione. Puoi pianificare questo periodo calcolando i tempi di fermo totali del tuo impianto per tutte le macchine. In genere, le nuove apparecchiature hanno un'efficienza compresa tra il 97,5 e il 99 %, il che significa che dovrebbero fermarsi solo tra l'1 e il 2,5 % delle volte. Per verificare la lettura, esegui dei test su ogni pezzo di attrezzatura che hai in giorni diversi per trovare il valore esatto di efficienza. Una volta che conosci tutti questi numeri, moltiplicali insieme per trovare l'efficienza totale della tua struttura. Sottrai quel numero dal 100 percento per calcolare i tempi di fermo.

Ad esempio, se si dispone di cinque apparecchiature con efficienze del 97,5; 98; 99; 98 e 97,5 %, e si vuole moltiplicarle insieme per trovare l'efficienza totale:

0.975 volte x 0.98 volte x 0.99 volte x 0.98 x volte x 0.975 = 0,904

Questo totale equivale al 90,4 % di efficienza. Il tempo di inattività è questo numero sottratto dal 100 %:

100 % - 90,4% = 9,6 %

I tempi di inattività del 9,6% indicano che almeno una delle macchine dovrebbe fermarsi poco meno del 10% delle volte. Un calo di questo valore indica una scarsa manutenzione o riparazioni inefficaci. Se si desidera migliorare questo valore, è consigliato pianificare una manutenzione regolare come suggerito dal produttore per ciascuno dei componenti.

Non occuparti della tua attrezzatura solo quando ha chiaramente bisogno di riparazioni. Invece, sii proattivo nel prendertene cura preventivamente. La lubrificazione regolare delle parti mobili, ad esempio, le fa funzionare senza problemi e riduce l'usura del sistema.

Chiedi ai lavoratori di cercare costantemente segni di usura sull'apparecchiatura che utilizzano. Richiedi loro delle valutazioni giornaliere per determinare se è necessario programmare delle riparazioni o una manutenzione preventiva sulle apparecchiature. Con controlli frequenti, è possibile impedire l’insorgere di problemi prima che peggiorino e determino guasti più gravi al macchinario.

Quando si eseguono riparazioni, è meglio tenere traccia delle parti di ricambio necessarie per sostituire l'apparecchiatura. Nel tempo, è possibile identificare delle somiglianze o vedere se un determinato pezzo di un macchinario necessita di riparazioni più frequenti. Questi dati possono indicare se una macchina è diventata più un peso che una risorsa, e deve essere sostituita.

Dovrai identificare la soglia di efficienza al di sotto della quale non puoi tollerare di avere un equipaggiamento che ti costi una grande quantità di denaro per i tempi di inattività. Utilizzando le informazioni sulla frequenza di riparazione che avrai raccolto, sarai in grado di trovare rapidamente quali apparecchiature dovranno essere sostituite. Prima riuscirai rintracciare le macchine mal funzionanti e a sostituirle con modelli più efficienti, più il tuo impianto sarà produttivo.

7. Implementare un sistema di gestione della catena di approvvigionamento

Mentre il software gestionale ti aiuta a regolare i sistemi all'interno della tua struttura, devi anche assicurarti di avere una comunicazione eccellente in tutta la catena di fornitura. Il software di gestione della catena di approvvigionamento può aiutare la tua azienda a diventare un collegamento essenziale nella sequenza di approvvigionamento, dagli agricoltori ai clienti.

Uno dei vantaggi della comunicazione in tutta la catena di approvvigionamento è la capacità di rintracciare le merci dai loro produttori. Ad esempio, se devi ricordare i mix di insalate, puoi rintracciare il lotto nelle fattorie da cui hai acquistato la lattuga. Queste informazioni possono aiutare gli agricoltori ad apportare correzioni nelle loro operazioni per prevenire problemi futuri. Se i tuoi prodotti, oggetto di reclamo, non avevano un'origine comune, la tua struttura potrebbe aver contribuito al problema e saprai apportare le implementazioni necessarie per risolvere il problema.

Tracciare le origini delle materie prime ti fornisce la possibilità di valutare i fornitori con cui lavori. Ad esempio, se ritieni che un fornitore non riesca a inviare delle merci alla tua struttura in tempo o ad un livello di qualità promesso, puoi classificarle al di sotto del tuo standard. In futuro, quando cercherai nuovi fornitori, saprai il livello al di sotto del quale non possono scendere. Questa capacità di creazione di indicatori delle performance si è classificata al primo posto in una recente indagine sui produttori di alimenti e bevande come qualcosa che vorrebbero vedere di più nella tecnologia della catena di approvvigionamento.

Le comunicazioni lungo tutta la catena di approvvigionamento dovrebbero includere anche il monitoraggio degli ordini delle materie prime in tempo reale che arrivano al tuo impianto, così come il trasporto delle merci dalla tua struttura ai clienti. Quando sai esattamente dove si trova il tuo ordine, non avrai bisogno di immagazzinare in gran numero di materie prime. In questo modo si libererà spazio in magazzino, che potrai convertire in nuove aree di lavoro con altre attrezzature per velocizzare le operazioni.

8. Considerare l'automazione

L'automazione è una soluzione adottata comunemente per risolvere i problemi di efficienza. Nel 2017, il 73%cdelle aziende del settore manifatturiero alimentare e delle bevande aveva implementato l'automazione nelle proprie strutture o stava automatizzando le proprie operazioni.

L'industria alimentare si adatta perfettamente all'automazione. I movimenti ripetitivi che le persone fanno durante l'imballaggio e la preparazione del cibo sono movimenti che le macchine possono facilmente replicare. Persino i compiti che un tempo richiedevano il giudizio umano, come l'imballaggio di alimenti basato sull'attrazione visiva, ora possono essere eseguiti da robot automatizzati con sensori di visione 3D e software per ottimizzare l'imballaggio.

L'automazione non significa inflessibilità. Al contrario, con il controllo computerizzato di più sistemi e linee produttive, puoi ottenere una maggiore flessibilità. La flessibilità dell'automazione è un altro dei molti modi per semplificare il processo di produzione alimentare. Questo tipo di controllo dell'automazione dell'impianto consentirà la crescita e la flessibilità della tua azienda. Con la supervisione di un computer, puoi facilmente apportare modifiche, come spostare la produzione su macchine diverse o creare ordini personalizzati per assecondare le vendite stagionali o i capricci di un cliente.

Questa flessibilità attraverso il controllo centralizzato semplifica anche le operazioni di intervento. Quando risulta necessario eseguire una manutenzione o una riparazione su un apparecchio. I progettisti di sistemi automatizzati comprendono benissimo la necessità di poter integrare la capacità del sistema di riconoscere quando si aggiungono o rimuovono delle apparecchiature o dei moduli.

Tramite macchinari robotici e il loro appropriato utilizzo, è possibile creare personalizzazioni di massa o specifiche per particolari clienti. Questo è un aspetto che migliora la tua struttura e la ottimizza nel caso volessi convertire una parte di produzione di alimenti e bevande per venderla direttamente ai consumatori finali, come fanno molte aziende che commercializzano tramite e-commerce. La chiave essenziale per essere in grado di svolgere questo compito è la comunicazione costante tra i tuoi dispositivi e il modo in cui automatizzano i processi.

Sarà quindi possibile adattare le apparecchiature per eseguire piccoli lotti di produzione personalizzati, aumentando la capacità di vendere anche a particolari clienti o creare lotti in edizione limitata di determinati prodotti che è possibile vendere a un prezzo premium.

Vuoi ulteriori informazioni sull'impiego di compressori d'aria oil-free nel settore alimentare e delle bevande?