Qual è la differenza tra un compressore a velocità fissa e un compressore a velocità variabile?

14 maggio 2021

Differenza tra un compressore a velocità variabile e a velocità fissa

Compressori rotativi a vite a velocità variabile

I compressori a velocità variabile lavorano per mantenere una pressione dell'aria costante, mentre la velocità del motore si regola per soddisfare la richiesta d'aria della produzione. Infatti, le macchine a velocità variabile possono ridurre i giri del motore e allinearsi con l’effettiva richiesta d'aria, risparmiando energia.

Compressore rotativo a vite a velocità fissa

Diversamente dai compressori a velocità variabile, quelli a velocità fissa funzionano al 100% o sono spenti. Sono ideali nelle applicazioni in cui è presente una richiesta di aria compressa sempre costante. La macchina funziona con un numero di giri del motore sempre uguale, a meno che non venga spenta. I compressori a velocità fissa funzionano sempre a pieno regime e quindi potrebbero produrre più aria di quella richiesta con uno spreco di energia.

I vantaggi della velocità variabile:

  • Consumo energetico ridotto, adattando la potenza del motore alla richiesta d’aria
  • La differenza di investimento rispetto a un compressore a velocità fissa si ripaga con i minori consumi energetici
  • Quando il compressore a vite a velocità variabile lavora a un regime di potenza inferiore risulta più silenzioso di una macchina a velocità fissa
  • Pressione costante dell'impianto, inoltre la minore pressione del sistema riduce il rischio di perdite
  • Maggiore durata dei componenti
  • Bassa corrente di spunto durante gli avviamenti del motore

Articoli dal nostro blog